Cassacco, Opposizione in rivolta:-“La Giunta paga i professionisti del PD con i soldi dei cittadini. È ora di dire basta”-.

È il caso dell’Avvocato Tonchia, che da anni viene nominato senza alcuna procedura d’imparzialità.

L’opposizione del Comune di Cassacco

Quando si toccano i soldi pubblici –si sa- gli animi si scaldano sempre; sia che si parli di “sprechi”, sia che si parli di “favori”, sia che si parli di “regalie”. A volte però –spesso di questi tempi- si parla di “incarichi”. Sì, incarichi retribuiti dai vari Enti Locali, con i soldi dei cittadini.

E chi di questa battaglia ne ha fatto una bandiera, anche a livello nazionale, oggi a Cassacco infiamma i banchi dell’opposizione.

Sentendo l’opposizione comunale, questo è “un metodo che a Cassacco va avanti da anni, ovvero dalle varie amministrazioni che si sono succedute nel tempo, complice l’assenza di un preciso regolamento”.

Il Consigliere Castenetto (M5S) tuona:-“Ogni volta che c’è una problematica, anche di non particolare complessità tecnica e giuridica, la Giunta incarica immediatamente l’Avvocato Tonchia, candidato in più tornate nelle liste PD della vicina Tarcento, di fornire consulenze retribuite dall’Ente”-.

Il Consigliere Comunale (M5S) Marco Castenetto

Incarichi che, seppur di minimo impegno tecnico e giuridico –come sopracitato dal consigliere grillino- vengono a costare ai cittadini di Cassacco sempre almeno intorno ai 1000 euro di soldi pubblici.

Non mi sembra un comportamento corretto e trasparente, anche perché si sta sempre parlando di Amministrazioni pubbliche e quindi di soldi pubblici”- continua Castenetto-“ed anche non mi sembra corretto nei confronti di altri professionisti che si vedono preclusa così tale possibilità lavorativa, per tutelare anche la competizione di mercato, magari abbassando i costi.

A tal proposito, dai banchi dell’opposizione è già in fase di deposito un’interrogazione per chiedere lumi sulla vicenda.

Conclude il Consigliere Castenetto:-“Noi chiediamo che, come fanno tutti gli altri Comuni, il Comune di Cassacco si doti di un apposito regolamento, di una procedura, un albo, un interpello anche annuale per l’affidamento degli incarichi professionali in genere, non solo giuridico-legali”.

Per l’opposizione questa è una battaglia fondamentale sino al punto che, se non dovesse risolversi in Consiglio Comunale, potrebbero iniziare a pensare di interessare gli organi preposti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *