Savogna, l’opposizione incalza:-“Danno erariale per mala gestione risorse sul Matajur”

Nell’anno 2011/12 la Regione F.V.G. ha finanziato al Comune di Savogna (UD), su specifica domanda inoltrata dallo stesso alla Direzione Centrale Attività

La lista civica “Quota 1641”

Produttive, Turismo e Cooperazione – Area Attività Produttive Servizio Turismo, circa 26.000 euro di contributo pubblico per la realizzazione di AREE PER LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOCARAVAN E CARAVAN in località Monte Matajur, a 1300 metri di quota ed in prossimità del Rifugio Pelizzo.

Inoltre, a tale contributo il Comune di Savogna ha dovuto aggiungere ulteriori 25.000 euro circa per la sua completa realizzazione, per un TOTALE DI 52.000 EURO circa.

Ma nonostante il contributo, chiesto e concesso per rilanciare l’economia ed il turismo della zona, l’opera da 52.000 EURO di fondi pubblici è usufruibile solo parzialmente, ovvero è “sfruttata” esclusivamente nei mesi da aprile ad ottobre.

Addirittura l’Amministrazione emetterebbe un’apposita Ordinanza per chiudere la strada che porta al Monte Matajur -appena dopo l’abitato di Montemaggiore- senza, quindi , liberarla dalla neve e dal ghiaccio dei mesi invernali. Dall’abitato di Montemaggiore al Rifugio “Pelizzo”, sede dell’infrastruttura, vi è una distanza di appena 3 Km.

Si può immaginare quanto poco onerosi siano dunque i costi di manutenzione“, ribatte l’opposizione consigliare. 

La lista civica Quota 1641 precisa:-“Sono stati investiti migliaia di euro pubblici da parte della Regione  FVG e dello stesso Comune per cercare di rilanciare il turismo in un area depressa come quella in questione, ma è tutto fermo perché non si vogliono pulire 3 km di strada?”

Il Monte Matajur

A tal proposito, nei giorni scorsi i Consiglieri di opposizione hanno provveduto a depositare una mozione su tale argomento e, senza tanti giri di parole, hanno paragonato la “mala gestione di questa Amministrazione” come un “UNO SPRECO DI DENARO PUBBLICO, UN VERO E PROPRIO DANNO ERARIALE“.

Ecco il testo della mozione  che verrà discussa nel prossimo Consiglio Comunale di Savogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *