I CLANDESTINI LASCIANO TARCENTO, PRISCIANO:-“Ho ripulito Tarcento: è ora di pensare a ripulire la Regione”-.

Il numero degli “ospiti” dell’Hotel “Al Tarcentino” oscillava tra 29 e 41: un numero assurdo se si considera il numero di abitanti del territorio tarcentino.

L’Hotel “Al Tarcentino” che ospitava dai 29 ai 41 richiedenti asilo politico
Proprio per ciò, a marzo 2017 avevo chiesto un colloquio con il Vice Prefetto di Udine: l’esito dell’incontro era stato più che positivo (leggi qui ). Il Vice Prefetto Dott.ssa Gloria Allegretto mi aveva promesso che, allo scadere della convenzione con l’Hotel “Al Tarcentino” avrebbe tenuto in considerazione le mie parole, riducendo e magari azzerando il numero dei richiedenti asilo sul territorio comunale.
Due settimane dopo, il Vicesindaco di Tarcento Luca Toso mi accusava dalle pagine del Messaggero Veneto di raccontare bugie, affermando che “il numero dei richiedenti asilo potrebbe aumentare diversamente da quanto detto recentemente dal consigliere Riccardo Prisciano. Quelle millantate intese raggiunte con il viceprefetto sono rimaste, come prevedibile ed evidente, confinate nella sua dimensione onirica (leggi qui ).
Le bugie, però, hanno le gambe corte… e le calunnie diffamatorie del Vicesindaco circa la mia non attendibilità sono durate fino a pochissimi giorni fa.
Da circa 5 giorni, i richiedenti asilo sono stati portati via dall’Hotel “Al Tarcentino” che -come promesso dal Vice Prefetto- non si è visto rinnovare la convenzione che da anni stipula con la Prefettura.
Dai 29 ai 41 immigrati in pieno centro città che avevano degradato la Perla del
Friuli in termini anche di turismo ed attrattività, la cui presenza aveva

notevolmente abbassato l’indice di sicurezza
percepita dal cittadino, soprattutto nelle ore serali, anche in centro città.
Sono felice e commosso che la Prefettura abbia tenuto fede alle promesse fattemi nel colloquio di marzo scorso.
Le dichiarazioni di taluni amministratori locali che cercano, con le loro menzogne, di screditarmi, si sciolgono oggi come neve al sole, dinanzi ai fatti che sono riuscito a concretizzare in questi mesi.
Scommettiamo che ora ci sarà la gara a chi più cercherà di screditarmi ed autoattribuirsi il merito di una battaglia che non gli appartiene? Tuttavia, io son certo che i tarcentini -ed i friulani, in generale- non si faranno (nuovamente) prendere in giro da questi bugiardi in quanto già sanno chi ci ha sempre messo la faccia (e perso la salute!!!) in questa battaglia.
Io ho tenuto fede agli impegni presi in campagna elettorale ed in appena un anno e mezzo, come semplice consigliere comunale (nemmeno di maggioranza), ho ripulito Tarcento dagli immigrati.
Un vero politico ha il diritto/dovere di combattere contro questa piaga, che sta degradando la nostra Nazione ed, in particolare, la nostra stupenda Regione Friuli Venezia Giulia.
Liberata Tarcento, ora mi candiderò al Consiglio Regionale, con il prioritario obiettivo di ripulire il Friuli Venezia Giulia dalla piaga di questi invasori mantenuti dai noi Italiani!

 

Una risposta a “I CLANDESTINI LASCIANO TARCENTO, PRISCIANO:-“Ho ripulito Tarcento: è ora di pensare a ripulire la Regione”-.”

  1. Uomo di parola, bravo
    i miei complimenti.
    Fermiamo l’ingresso indiscriminato di clandestini!
    vorrei far presente che in paesi democratici ed avanzati come Canada e Australia, quando arrivi alla frontiera, se non dimostri di avere un contratto di lavoro o come puoi sostentarti autonomamente in quel paese non entri.
    mandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *